come usare arricciacapelli - bannerL’arriciacapelli è uno strumento molto utile e veloce per poter modificare il proprio look e dare volume e movimento soprattutto ai capelli più fini e lisci, tuttavia il suo utilizzo non è semplice ed intuitivo come nel caso della piastra.

Non bisogna infatti solo comprendere quali sono le migliori strategie per preservare la salute capillare, sottoposta anche in questo caso ad un pesante stress termico, ma anche e soprattutto come usare la bacchetta, che potrebbe diventare magica e regalarci capelli meravigliosamente boccolosi, ma solo se ne facciamo un uso opportuno.

Pertanto abbiamo elaborato questa piccola guida per darvi suggerimenti in merito e aiutarvi ad ottenere il boccolo perfetto.

1.Operazioni preliminari

Come prima cosa, dovete lavare bene i capelli: un capello pulito esalta infatti la lucentezza naturale del capello, ed inoltre l’uso di shampoo e balsami ad hoc aiuta a idratare il capello in modo da aiutarlo a sopportare meglio il successivo stress termico.

Ricordatevi di utilizzare sempre il balsamo se avete poi intenzione di passare un’arricciacapelli. La domanda che potrebbe sorgere spontanea alle neofite, non avvezze quindi all’utilizzo di questo strumento, è: perché dovrei usare il balsamo che ha proprietà disciplinanti se in realtà desidero poi ottenere un effetto riccio, mosso o boccoloso? Il balsamo è invece fondamentale in questa fase proprio perché ammorbidisce il capello, lo idrata, e aiuta nel districare eventuali nodi, preparandolo quindi al successivo styling.

Asciugate quindi molto accuratamente i capelli col phon, in modo da non lasciarne bagnati o umidi: i capelli bagnati a contatto col ferro bollente si rovinano infatti più rapidamente.

A questo punto, prima di procedere con le operazioni di styling, potete mettere un po’ di spray termoprotettivo: questo prodotto aiuta infatti a creare una leggera pellicola sul capello, che, a sua volta, lo protegge durante il successivo shock termico.

Infine un piccolo consiglio: per un look impeccabile e perfettamente elegante, soprattutto nel caso di capelli particolarmente crespi ed indisciplinati, potete prima lisciarvi i capelli con la piastra, quindi passare l’arricciacapelli sull’intera chioma o solo su alcune parti. Sicuramente il risultato finale sarà più ordinato, tuttavia vi consigliamo di usare questo escamotage soltanto per occasioni speciali in quanto due successivi trattamenti al calore potrebbero stressare eccessivamente il capello.

2.Durante l’arricciatura

Una volta, quindi, che i capelli sono ben puliti e asciugati, possiamo quindi passare all’arricciatura.

Innanzittutto dobbiamo dividere i capelli in sezioni, la cui ampiezza dipende dal diametro dell’arricciacapelli: non devono infatti essere più grandi dell’arricciacapelli stesso. Diciamo che in linea di massima ciocche di 2,5/3 cm dovrebbero andare bene. Prestate molta attenzione a questo passaggio: se infatti l’ampiezza della ciocca è eccessiva, il calore di disperde più facilmente e potreste ottenere un duplice fallace risultato: da una parte non otterrete il boccolo perfetto, dall’altra esporrete inutilmente il capello al calore, col serio rischio di danneggiarlo invano.

A questo punto possiamo arrotolare la ciocca intorno all’arricciacapelli e mantenerla in questa posizione per alcuni secondi. Quindi possiamo allentare leggermente la presa dall’arricciaciapelli, e infine far scivolare via l’arriccacapelli dai capelli. In tal modo avremo quindi creato il boccolo, che possiamo separare dal resto dei capelli utilizzando una pinza. Dobbiamo quindi ripetere l’operazione su tutti i capelli.

Possiamo darvi dei piccoli consigli che possono tornarvi utile durante l’arricciatura:

  • se non vi ritenete pienamente soddisfatti è possibile ripetere l’operazione di arricciamento su un ricciolo , ma dovete aspettare che il capello si sia raffreddato per non stressarlo troppo con 2 passaggi al calore così ravvicinati
  • non sovrapponete le ciocche durante l’operazione perché rischiate di ottenere un risultato insoddisfacente: separatele bene l’una dall’altra, e lavorate sempre una ciocca alla volta
  • se desiderate un effetto più naturale, potete alternare a random le direzioni di arricciamento
  • attenzione alla corretta chiusura della pinza dell’arricciacapelli: quando è chiusa non deve pressare il capello stesso, poiché in tal modo potrebbe renderli più deboli

Una volta arricciate tutte le ciocche, possiamo spruzzare la lacca o un fissante e liberare i capelli dalle pinzette. Sarebbe comunque preferibile mettere il fissante sulle ciocche già raffreddate.

Una volta tolte le pinzette possiamo scuotere i boccoli e anche arruffarli con le mani in modo da dare un effetto meno formale.

3.Dopo l’arricciatura

Nel caso dell’arricciatura, non sono necessarie particolari operazioni successive allo styling: è sufficiente infatti il fissaggio con lacche o spray come spiegato precedentemente.

Come usare un Arricciacapelli – Guida ultima modifica: da Staff PiastrapercapelliTop

Lascia un Commento

Diventa il primo a commentare

Notificami
avatar
wpDiscuz